Intervista a Marco Bollettino, per parlare di Condorcet

La Sentinella, quotidiano di Ivrea, intervista uno dei membri di Condorcet, Marco Bollettino, insegnante di matematica e sindaco di Parella. L’articolo si può leggere qui.

«Quando ci sono carenze lo studente dovrebbe ripetere il percorso ma solo nella materia o nelle materie in cui è in difficoltà: non ha senso ripetere un anno intero se le carenze sono limitate a una o due materie e non ha neppure senso promuovere chi ha lacune significative in materie importanti, che è poi ciò che accade oggi».

Immagine: Michael Gaida

Precedente La scuola non ha bisogno di giri di valzer Successivo A quale futuro è destinata la scuola italiana, se lasciata da sola?